Home Engidea Home Circle

Burocrazia. Come buttare tempo e denaro e vivere peggio

Affitti, Sfratti, Avvocati, Carabinieri

Già dal titolo vi sarete messi le mani nei capelli, sappiamo che siamo in Italia.. (ma non è che nelle altre parti del mondo sia totalmente diverso, magari peggio, per alcune cose meglio). Ma andiamo con ordine.

Alla morte dei miei genitori (che hanno lavorato una vita, letteralmente), ho ereditato un piccolo appartamento a San Giovanni Ilarione, una cosa piccola (anche se oggi il piccolo è considerato monolocale), in ogni caso i miei lo affittavano e io ho continuato. Ovviamente, da bravi veneti, facciamo le cose con i contratti, pagando tasse varie e così via. (magari non tutti i veneti fanno così, ma è un discorso di percentuali)

Capita, che l'inquilino non paghi, in questo caso l'inquilino è Marocchino (occhio, che questo NON è un blog razzista, e il primo che mi da del razzista è pregato di andare a fare qualcosa di utile in africa, magari in Rwanda) lo dico in quanto l'affittuario a quanto pare si fa dei lunghi periodi di "ferie" in Marocco. (ovviamente lui va in Marocco con l'aereo e non mi paga l'affitto)

Già sento alcuni di voi che dicono, che magari, il povero diavolo è un poveretto, che non ha i soldi, che è diseredato, etc. etc. Non direi proprio, a giudicare dal fatto che in quella casa lui non c'è praticamente mai e a quanto pare la subaffitta.....

E qui inizia la burocrazia e leggi fatte da persone che non vedono davanti al proprio naso. Io posso anche mettere nel contratto di affitto che il subaffitto è illegale, ma poi che strumenti mi da la legge per "controllare" questo ? NESSUNO Chi ha scritto la legge, cosa pensava ? che chi subaffitta lo faccia sbandierandolo ai quattro venti ? ha per caso dato la possibilità al proprietario di chiedere alle forze dell'ordine di fare un controllo ? no, chiaramente no, e quello che mi fa irritare è che se qualcuno osa fare notare l'assurdità della cosa, non trova sostegno, ne morale ne fisico.

La Chiesa parte dal presupposto che gli affittuari sono persone sfruttate e nullatenenti ed è orba, cieca, non udente, sorda, (le ripetizioni sono volute) quando qualcuno fa notare che certi personaggi teoricamente "poveri" girano con il Galaxy oppure hanno catenazzi di oro addosso. Adesso abbiamo un governo "di sinistra" che parte dal presupposto che chi è "ricco" lo è semplicemente perchè ha rubato (senza considerare tutte quelle persone che prendono uno stipendio e non fanno niente, rubando lo stipendio in maniera legale) ma a parte questo, tornando alla burocrazia.

Quindi, io non ho i mezzi per "dimostrare" che il mio inquilino subaffitta, siccome non paga (ma intasca i soldi dei sub affittuari) devo fare la procedura di sfratto. Ora, una cosa del genere dovrebbe essere un semplice foglio A4 in cui io dico che tizio non paga, lo presento al giudice, il quale manda la richiesta di convocazione all'affittuario e se questo non si fa vedere si procede allo sfratto. No, ovviamente troppo semplice, serve l'avvocato, per preparare la pratica ! ma daiii, siamo seri, già diamo soldi a quelli del bollino blu, delle revisioni auto (magari adesso da fare ogni sei mesi, non si sa mai), alla camera di commercio all'ordine degli Ingegneri, al PRA per il passaggio di proprietà, buttiamo altri soldi per l'avvocato.

Lo sapete tutti, i tempi della "ingiustizia" (non è un errore la IN davanti) Italiana sono biblici, per vari motivi, (ma sarebbe opportuno che si sapesse chiaramente il carico di lavoro dei vari lavoratori della giustizia, giusto per potere redistribuirlo in maniera opportuna, o renderlo simile agli altri lavoratori), in ogni caso, per avere l'OK per lo sfratto ci vogliono cinque, sei mesi (se va bene), nel frattempo l'inquilino non paga e pure incassa i soldi dei sub affittuari.

Ah, se a qualche genio di voi venisse in mente di "lasciare perdere", cioè di non fare la procedura di sfratto, faccio notare due cose

Questo in quanto non basta "denunciare" che non si prende una lira, bisogna avere le carte dal giudice.

Siamo arrivati a questi giorni (siamo a metà novembre 2006), con un "amico" Marocchino vado a vedere cosa succede nella casa, anche per avvertire (visto che non aprono la corrispondenza) che in tempo breve dovranno andarsene. (l'amico Marocchino serve per evitare di farsi accoltellare e per cercare di capire cosa dicono). Ovviamente non se ne cava un ragno dal buco, ovviamente l'affittuario non c'è e ci sono tre ragazzotti e un tipo, non si capisce bene cosa ci facciano lì, tipicamente sono tutti fratelli (ma io non ho l'autorità per chiedere la carta di identità o comunque un estratto di famiglia). Il mio amico mi suggerisce di "fare una denuncia" per segnalare ai carabinieri che non si sa chi ci sia nella casa, in quanto secondo lui i tipi non sono "tranquilli", mah, che vorrà dire, in ogni caso sento l'avvocato e questo mi dice che più che una denuncia è un esposto, vabbè, vado dai carabinieri. (Faccio notare che quando uno affitta deve mandare alla questura chi vive in casa, pena la galera, e poi l'inquilino può avere chi vuole come "ospite" in casa, anche se lui non è presente, è una cosa sensata ? mah

Vado dai Carabinieri, arrivo, spiego la cosa al Comandante, il quale appena finito se ne va (dove ?) e dice a un sottoposto che mi dia il modulo da firmare.
Bene, penso, speriamo che controllino... Arriva il sottoposto (accompagnato da altra persona non in divisa) il quale mi domanda di cosa si tratta (rispiego la cosa, sembra la Telecom al servizio 191, lo fanno per sfinire il cliente ?), mi chiede cosa avrebbe detto il comandante, dico che mi doveva dare un "modulo" da firmare. Al che, il sottoposto dice che non serve, che va bene così, è bastata la segnalazione a voce.

Ora, abbiate pazienza, ma io non mi fido più. Me ne è successa un'altra in qui mi sono fidato delle dichiarazioni verbali e poi mi sono preso "le parole" da un altro personaggio della polizia perchè non avevo seguito le procedure passo passo, (sempre burocrazia, purtroppo) In ogni caso insisto per avere delle cose scritte. Il tipo dice che una ipotetico Esposto me lo avrebbe dovuto scrivere l'avvocato, gli dico che non lo sapevo e che visto che siamo li se si può fare qualcosa... (non è che il sottoposto stesse inseguendo un delinquente e quindi non aveva tempo), dopo un po di tira molla si concorda una dichiarazione.

Io so una cosa, che noi paghiamo le forze dell'ordine per difenderci, cioè siamo noi cittadini che li paghiamo, se un MIO cliente mi chiede qualcosa, glielo faccio alla velocità della luce, e io ho dovuto "convincere" il sottoposto a scrivere un po di righe di una dichiarazione (e non venitemi a dire che la cosa verbale andava bene, che poi le parole volano, si ricordano male, e in ogni caso hanno ragione loro)

Per ora è tutto, non so se poi i Carabinieri abbiano controllato, non so quando questa storia andrà a finire, so però che non è giusto così, non è giusto che le cose siano così complicate, piene di garbugli in cui un burocrate ha i potere di rendere le cose difficili senza che un cittadino possa fare niente. Almeno la smettessimo di dire che "va bene così", no, non va bene così.

P.S. Dopo circa una mezzora da tutto questo, ricevo una chiamata sul cellulare (senza numero chiamante) di un solerte personaggio che voleva vendermi l'abbonamento a una rivista di polizia (non ricordo il nome esatto della rivista), per circa 130/00 euro anno (è stato buffo in quanto mi ha specificato che era una sola volta l'anno, spiccioli insomma). Ho detto che non mi interessava che di riviste ne ho già troppe, ma direi che è una coincidenza curiosa, mai successa, direi.

Aggiornamento, arriva (forse) l'ufficiale Giudiziario

Siamo a Dicembre, con i tempi della giustizia Italiana (e qui devo pure stare attento a cosa dico in quanto un Consigliere Leghista è stato Condannato per dichiarazioni Ingiuriose , non aggiungo altro, vedete l'articolo) il giorno 14 alle ore 14 dovrebbe arrivare l'ufficiale giudiziario a "comunicare" alle persone che abitano nell'appartamento che se ne devono andare. L'avvocato mi consiglia di essere presente.
Io il 14 alle 14 sono nel posto e aspetto.. aspetto.. aspetto.. per un'ora, poi chiamo l'avvocato e gli dico se è possibile sapere dove sia l'ufficiale, risposta, nonsi può sapere, vabbè.
Ora, lasciate che vi spieghi, come vanno le cose. Questa uscita dell'ufficiale giudiziario in realtà non serve a niente (se non a pagare lo stesso) in quanto l'unica cosa che il signore fa (in questo caso sarebbe stata una donna) è quello di comunicare agli occupanti che se ne devono andare. Quelli che abitano adesso lo sanno benissimo che devono andarsene, ma chi ha inventato la norma ha pensato che sono dei poveretti che non hanno soldi e casa e che quindi hanno bisogno di tempo per "organizzarsi". Ora, dico io, se lo stato deve fare della beneficenza, lo faccia con i soldi suoi non con i miei, io do i soldi alle missioni Don Bosco per i pozzi in africa, le scuole, fare beneficenza a chi è già ricco non mi pare per niente giusto.
In ogni caso, tra circa un mese (perchè un mese, non potrebbe essere una settimana ?) allora usciranno i carabinieri e dovrebbe essere finita (poi devo pagare il conto).

Sono arrivati tutti, Ufficiale Giudiziario, Carabinieri, il fabbro...

Siamo al 09/01/07, oggi si dovrebbe finalmente fare qualcosa. Ed in effetti.... dopo uno sforzo immane di organizzazione ci si ritrova tutti sul posto. In casa c'è una sola persona che dice di essere il figlio di colui a cui ho affittato, immagino che i carabinieri abbiano chiesto la carta di identità, io ero fuori ad aspettare. La casa fa schifo, tralascio i dettagli. L'ufficiale spiega che se ne deve andare, adesso, visto che non paga, (stavolta il messaggio arriva, visto che ci sono i carabinieri, prima no, quando glielo dicevo io) le cose sono abbastanza tranquille, meno male.

Dopo un po arriva "un amico" il quale ha della roba da prendere in casa, e poi ne arriva un altro... Alla fine riempiono una macchina di tappeti, vestiti, borse. Nel frattempo la serratura è stata cambiata.

Vi starete domandando, e i mobili ? Beh, io sono "custode" dei mobili, per venti giorni, poi, se non vengono a prenderseli li posso portare in discarica. In realtà non ci sono mobili, solo materassi (sette), due televisori vecchi e due frigoriferi che sono da buttare. In ogni caso devo obbedire alla legge ed aspettare venti giorni, aspettando a vedere se "il figlio" si vuole riprendere qualcosa. Poi devo pulire il tutto...

La cosa tragica è che non sembra ci sia soluzione, la legge è questa e non c'è il supporto morale per cercare di migliorarla. Quanti di voi penseranno, certo, a danno dell'affittuario, pensano male. Quello che succede adesso è che chi cerca in affitto fa fatica a trovarlo proprio perchè è difficilissimo e lungo estirpare i casi problematici. La legge attuale fa si che chi non ha niente da perdere (il conduttore è in marocco adesso) possa rubare (quando uno prende una cosa da un'altra persona senza ricompensarla si chiama rubare, o no?) un alloggio e probabilmente "rivenderlo" ad altre persone senza che succeda niente (se non che io devo pagare avvocati, ufficiali e carabinieri). Quello che succede adesso è che chi "fa il furbo" praticamente non ha conseguenze a scapito di chi invece cerca di fare le cose alla luce del sole. A me questo non sembra giusto.


Articolo sulla burocrazia

La cosa tragica è che noi paghiamo queste persone per fare una cosa che NON vogliamo (a meno che il lettore non sia daccordo su quanto fatto da queste persone). In ogni caso, da un articolo del Giornale, Quando la burocrazia fa leggi del «cavolo»


Ma quante norme ci sono ?

Come avrete potuto notare ho messo la mia partita IVA nel sito, questo in quanto a norma dell'Agenzia delle entrate (risoluzione n. 60/E del 16 maggio 2006) lo dovevo fare. Ringrazio un mio amico che me lo ha fatto notare. Ora, dico, non bastano le leggi statali, i regolamenti comunali, le norme regionali, e tutti gli enti in mezzo, adesso ci si mette anche la Agenzia delle Entrate a fare norme e regole.

Sinceramente, passo metà del mio tempo tra la burocrazia e l'altra metà a lavorare, senza contare che di quello che incasso più di metà se ne va tra IVA, tasse, onorari ai vari "enti" e gabelle varie.
Potremmo anche fare concorrenza ai cinesi, chi comanda deve mettere le persone che adesso sono "impiegate" in attività che "possono essere semplificate", le deve mettere a fare qualcosa che si possa vendere !

ICI, ma quanto mi costi, ma quanto sei complicata

Pagamento ICI: ma è possibile che uno si debba calcolare l'ICI da solo ?
Il comune mandi a casa il bollettino già precompilato ! (il catasto è statale, le percentuali le sa il comune), ma direi di più, perchè fare un pagamento a parte, mettetelo dentro il modello UNICO che almeno c'è una sola cosa da fare (una volta all'anno !)

Qualcuno di voi mi fa notare che il governo Prodi (siamo nel 2006), con decreto legge, ha fatto questa modifica. Bene !, ma è possibile che debbano fare un decreto legge, che se non è riconfermato decade ? per come vanno le cose e visto i disastri in corso mi sa che il governo non dura, se siamo sfortunati abbastanza avremo una parte che va con la nuova legge e una parte con la vecchia.

Il trucco della tassa minima

A dire la verità questo è anche un argomento di tasse, non solo di burocrazia, ma per molti versi le cose si mischiano.
Supponiamo che voi vogliate registrare un contratto di affitto regolare, fatto secondo le norme, (per un attimo non vi tedio su quante norme ci sono anche qui...). Supponiamo che il contratto sia a posto, e avete tutti i vostri dati. Andate all'ufficio delle Entrate, il più vicino, possibilmente.

Per registrare il contratto serve ovviamente la marca da bollo, ora dico io, sono sempre soldi che vanno allo stato, fatemeli pagare, incassate e che sia finita. NO la marca da bollo va comperata in posta !
La quale posta ovviamente non è nello stesso edificio dell'agenzia delle entrate e adesso la posta si è pure inventata che non accetta più il bancomat per comperare le marche da bollo (con conseguente giro allo sportello del bancomat). Ora avete la marca da bollo (al di la del costo, non è possibile comperare diciamo tre marche da bollo da usare nell'arco di una vita in quanto cambiano in continuazione), adesso si ritorna all'agenzia delle Entrate, si tratta di calcolare quanto pagare. La cosa non è ovviamente semplice, una cosa tipo percentuale sul valore e che sia finita, NO ci sono causali varie e variegate, per motivi diversi, a seconda del contratto e a seconda di quante RIGHE è il contratto !

E qui entra in gioco la "mancata conoscenza delle norme" (anche chiamata ignoranza) dell'impiegato di turno, il quale a seconda di chi si trova si inventa che contano le righe (massimo 100 righe e poi si fa doppio bollo) oppure le pagine ( massimo quattro pagine), oppure una delle due, così, a seconda di chi capita. (Io troverei altra attività per suddetti impiegati, ma lasciamo perdere)

Dicevo, si tratta di calcolare il totale da pagare, ora, per un contratto "concordato" (uno in cui il proprietario chiede quanto concordato tra le varie associazioni inquilini/proprietari) in TEORIA c'è lo sconto della tassa di registro del 30% (siamo all'assurdo che io PAGO per dichiarare un reddito su cui poi vengo TASSATO), lo stato dovrebbe darmi questo servizio GRATUITAMENTE visto che così incassa soldi) insomma, si scopre che sì avrei diritto allo sconto (sconto che va per metà anche all'inquilino) ma che però siccome c'è un minimo di tassa da pagare in ogni caso, lo sconto si riduce a circa quattro euro, su circa 150€), praticamente non ho neanche lo sconto per pagarmi un gelatone (che mi serve come rinfrescante)

Che dire, non so chi abbia inventato questa norma, io dico che fino a quando paghiamo per dare dei soldi a funzionari che NON danno un servizio VOLUTO dal cittadino, le cose in Italia andranno sempre peggio, ed è inutile che mi tirino fuori la storia della redistribuzione del reddito, qui si prendono i soldi a chi lavora e si danno a chi non fa niente.

Se volete lasciare un messaggio scrivetelo qui sotto e speditelo con il pulsante busta.
Se volete essere ricontattati lasciate un recapito.

   

Ultimo aggiornamento 12/02/2009